Partendo dal presupposto che per poter vendere software ai giorni d’oggi bisogna rimboccarsi le maniche e lottare aspramente contro tutto e tutti, vorrei raccontavi una breve storia, e per farlo, riprendo volentieri un post dal titolo: “Quando la moda incontra il software”.

Un paio di anni fa, mi sono imbattuto in un potenziale cliente assolutamente diverso da quelli incontrati in più di dieci anni di onorata carriera. Il laboratorio in questione si chiama GECI (http://geci-web.it/) e due anni fa poteva essere considerata “una startup”, oggi il gruppo è più numeroso e un punto di riferimento internazionale per la Gemmologia Italiana, soprattutto grazie alle elevate competenze nonché alla professionalità già presenti fin dall’inizio.

Ma ritorniamo al momento in cui GECI è diventato un cliente LABVANTAGE, nonostante la nostra proposta economica non fosse tra le più economiche, grazie ad un’opera di convincimento basata principalmente sulla solidità della nostra azienda e professionalità dei nostri esperti, GECI ha scelto noi. Dopo due anni, i risultati ottenuti sono eccellenti e la nostra collaborazione va avanti con estrema soddisfazione da entrambe le parti.

Il mese scorso sono stato invitato alla “Fiera dell’oro di Vicenza 2015”, dove GECI aveva praticamente spostato il laboratorio allo stand e, in tempo reale, eseguiva le certificazioni delle pietre. Ho potuto vedere con i miei occhi come sia particolare ed interessante questo settore, le anteprime dei gioielli, gli stand sfarzosi e le creazioni degli artisti (alcuni di loro operano solo all’estero…chiediamoci il perché…).

Recentemente ho ricevuto un’email da un mio collega che ringraziava e faceva i complimenti a GECI per la realizzazione di un nuovo sfondo del nostro software “LABVANTAGE 7”, inizialmente non avevo capito bene di cosa si trattasse, vuoi perché stessi guidando e forse anche perché non sono più un falco con il cellullare …morale, arrivo a casa e decido di usare il cellulare grande (il 6+ per capirci), apro il messaggio e per la prima volta mi entusiasmo nel vedere qualcosa che conosco benissimo ma che ha un vestito nuovo, molto più bello.

Un articolo breve per raccontarvi come è bello potersi emozionare davanti a un software quando si ha la possibilità di vederlo come una pietra preziosa e non come un asettico programma. Un grazie va a tutto il team di GECI, in particolare a Fabio D’Amico che ha autorizzato la pubblicazione di questo articolo e Sara Mariotti che ha realizzato la nostra pagina fashion: “Quando la moda incontra il software”.

Vitale Ambrosini

www.labvantage.com

 

 

Share This

X